In seguito all’ infortunio alla schiena avvenuto Domenica scorsa, Tony Stewart salterà le prime gare della stagione 2016.

A questo proposito, dopo il comunicato ufficiale dello Stewart-Haas sorgono i dubbi di chi possa essere il suo valido sostituto sulla Chevrolet numero 14 del team.

Clint Bowyer,  con HScott Motorsport quest’anno e allo Stewart Haas dal 2017 al posto di Stewart non sarà uno dei possibili candidati, ma il team affiliato all’ Hendrick Motorsport potrebbe chiamare alcuni piloti in forza all’ JR Motorsports di Dale Earnhardt Jr come Elliott Sadler, Alex Bowman e Justin Allgaier.

Sono tutte facce conosciute nel mondo Nascar , i quali hanno già avuto esperienza nella massima serie.

Sadler potrebbe fare nuovamente il salto dalla serie minore in cui  è già stato protagonista negli anni scorsi. Allgaier che fino all’ anno scorso era sul 51 dell’ HScott, ha deciso  invece di scendere alla categoria minore dal 2016 dopo tre anni e 75 gare nella massima serie.  Sulla stessa lunghezza d’onda è Alex Bowman dopo essere stato sostituto da Regan Smith  al Tommy Baldwin Racing  con due anni di pessimi risultati, ha cambiato i ruoli con quest’ultimo accasandosi al JR Motorsports.

Tra gli altri possibili candidati ci può essere Ty Dillon il fratello minore di Austin, al momento part time con il Levine Family Racing  in cui correrà  5 gare in sostituzione a Michael McDowell sull’ auto 95.

Alla lista vanno aggiunti tre piloti tutt’ora  senza sedile per il 2016 e che  fino all’ anno scorso facenti parte della griglia ufficiale del campionato, David Gilliland esperto dei grandi ovali, Reed Sorenson  nota faccia nella serie minore, e il poco quotato Sam Hornish Jr, appiedato da Petty a fine stagione 2015 che, da quando ha lasciato la Indycar in cui vinse due campionati  non riesce a fare la stessa fortuna nelle ruote coperte americane.

Gli ultimi anni della travagliata carriera di Stewart cominciata nel 2013 dopo la vittoria a Dover con un infortunio a Bristol e seguito da quell’ incidente nel dirt in cui coinvolse il giovane Ward, il quale perse la vita sul colpo nel 2014 , è stata caratterizzata da altre sostituzioni che comprendono volti vecchi e nuovi della Nascar.

Tra loro ci sono Mark Martin, Jeff Burton, Regan Smith, Austin Dillon e Max Papis. Ora, salvo Austin Dillon, punto fermo del RCR (Richard Childress Racing) e Regan Smith in forza al nuovo team come citato precedentemente, gli altri tre piloti potrebbero essere chiamati in causa durante questa nuova assenza di Stewart.

L’articolo completo sull’infortunio a Stewart e suo status lo potete trovare su Nascar Stories, il blog di Play.it USA dedicato al mondo Nascar.

 

 

Post By Davide Sarti (201 Posts)

Sono un grande appassionato di motori americani, che a 27 anni ha seguito le orme dei grandi campioni. Tramite la mia passione e le mie conoscenze cercherò di raccontarvi il mondo della NASCAR nel modo più dettagliato possibile. Possibilmente, cercherò di farvelo amare

Connect

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Commenta