Pilota nativo di Mayetta,  New Jersey, Martin Truex Jr  è da considerarsi la vera e propria sorpresa del 2015  a bordo della Chevrolet 78 sponsorizzata da  Denver Matress del modesto Furniture Row Racing di Brian  Visser.

Team con base a Denver è a tutti gli effetti, fino a domenica, satellite del Richard Childress Racing. Si presenta con una sola auto in pista, ovvero quella di Truex che incredibilmente, dal 24° posto ottenuto l’anno scorso male che vada finirà quarto quest’anno. Un salto a dir poco notevole.

Come per Harvick la chiave nel raggiungimento di questa finale  è stata la solidità nei risultati  gara dopo gara macinando top ten ovunque,  cosa che ha sorpreso i fan, i media e i suoi rivali durante tutte le 35 gare in campionato.

Con 13 top ten nelle prime 14 gare, Truex ha eguagliato il record di Richard Petty, poi il calo nel rendimento dopo il terzo posto ottenuto in Michigan, forse a causa la certezza quasi matematica di essere presente al Chase del 2015, lo ha portato a completare le 35 gare con 22 top ten e 8 top five in stagione.

L’apice della stagione è giunta alla gara 14 quando Truex  riuscì a cogliere il successo sul “Tricky Triangle” di Pocono , dopo un digiuno di 69 gare,regalando al team del Colorado il secondo successo nella sua storia.

Truex Jr per la prima volta ha la grande possibilità  di vincere il titolo, così come Kyle Busch con un auto sulla carta leggermente peggiore di quella di Harvick, statistiche a parte.

Truex Jr a Miami ha la miglior media finale tra i contendenti per il titolo  (10.0) e ha chiuso al di fuori dei primi 11 solo due volte in dieci partecipazioni, inoltre è il terzo miglior finisher tra tutti i piloti  avendo compiuto 563 sorpassi in 10 apparizioni.

Domenica potrebbe perfino sconvolgere il pronostico se si proclamasse campione, soprattutto con un team di  medio livello alla sua ultima partecipazione con il motore Chevrolet, visto che passerà a Toyota nel 2016.

Una delle chiavi per il possibile successo è il legame solido tra  crew chief Cole Pearn e Martin Truex Jr: Cole ha risanato un team che l’anno scorso ha ottenuto con Truex solo quattro top ten e un top five  in stagione, ha avuto la capacità capacità di mettere in pista una auto competitiva sempre all’ altezza di Logano, Harvick  e i team Hendrick Motorsports e il Joe Gibbs Racing   mattatori di stagione con un complessivo totale di  22 gare vinte su 35 disputate.

Infatti Truex Jr è l’unico pilota di un team modesto ad essere riuscito a conquistare una gara considerando che solo i tre team a quattro auto (Joe Gibbs,Hendrick Motorsports e Stewart-Haas ) e il team a due auto Roger Penske si sono divisi le vittorie delle 35 gare, rendendo Truex  Jr un pilota speciale e puro outsider per il titolo.

Con lui, il Furniture Row può diventare un team di punta in caso di vittoria, soprattutto dopo aver accennato nei mesi scorsi un espansione a due auto a partire dal 2017.

Le statistiche, la tenacia, la costanza nei risultati  e la voglia infinita di successo sono le carte vincenti con il quale Truex potrebbe proclamarsi campione.

 

Post By Davide Sarti (201 Posts)

Sono un grande appassionato di motori americani, che a 27 anni ha seguito le orme dei grandi campioni. Tramite la mia passione e le mie conoscenze cercherò di raccontarvi il mondo della NASCAR nel modo più dettagliato possibile. Possibilmente, cercherò di farvelo amare

Connect

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Commenta