Il deserto dell’ Arizona assetato d’acqua ieri pomeriggio ha incontrato la pioggia per oltre sei ore, la quale ha colpito anche l’ovale di Avondale, dove era in programma la 35° gara della massima categoria Nascar

Il meteo ha giocato brutti scherzi agli organizzatori, costretti a rinviare la gara e mettere in pista i Titan per asciugare il miglio del Phoenix International Speedway, rinonimato ieri  Jeff Gordon Speedway.

Soltanto alle verso le 9 serali della costa Est americana, la pioggia ha lasciato spazio ad un cielo piu limpido, dando la possibilità di cominciare la gara.

Nell’ arco dei 219 giri  a capitalizzare la prova è stato il solito Kevin Harvick al fronte per oltre 140 giri, nel tentativo di cogliere l’ottavo successo sul miglio dell’ Arizona. Le carte in tavola per la finalissima a Miami, però non sono cambiate  visto che il trio Harvick, Kyle Busch e Martin Truex Jr figuravano costantemente nel top ten di giornata.

Kurt Busch, costretto a risalire dal fondo della griglia dopo aver anticipato Johnson alla partenza, è si riuscito a cogliere un ennesimo top ten, ma non sufficiente per passare il turno; Brad Keselowski, pessimo in partenza non è stato all’ altezza di quanto aveva fatto in  Texas rimanendo indietro rispetto ai rivali del campionato.

Logano invece, l’altro pilota di Roger Penske avrebbe compiuto il passaggio  del turno solo se avesse ottenuto la vittoria. Lui che aveva dominato il round precedente  ha  chiuso nel top  tre  dietro ad Harvick e Earnhardt Jr.

La miglior possibilità l’ha  avuta Carl Edwards costantemente davanti a Truex Jr in gara, è  alla fine rimasto eliminato per soli tre punti, completando la prova al 12° posto solo due posizioni più avanti del rivale Truex Jr.

Il successo fortunato di Earnhardt Jr, il quale non aveva il passo gara di Harvick, è dovuto alla bravura dei suoi meccanici che lo hanno riportato in pista davanti Harvick nell’ ultima bandiera gialla della serata prima,  e poi  la conseguente bandiera rossa per pioggia la quale gi ha regalato la terza vittoria in stagione, la nona stagionale del team Hendrick. Si tratta  la terza consecutiva del glorioso team  avendo vinto in Texas e Martinsville nelle settimane precedenti.

Alla fine dei conti i  quattro t piloti che andranno a Miami  sono quelli che a Martinsville figuravano già nel top 4 della classifica: Gordon, Harvick, Kyle Busch e Martin Truex Jr.

Gordon andrà a caccia del quinto titolo in carriera; Harvick è l’unico superstite del quartetto presente l’anno scorso, nonchè il campione uscente, mentre Kyle Busch e Martin Truex Jr avranno la possibilità di conquistare il primo titolo della loro carriera. In termini di auto abbiamo tre Chevrolet ed una Toyota.

Non necessariamente c’è il bisogno di vincere la gara, basti che uno di loro finisca la gara davanti agli altri tre avversari

Non resta che dire : On the road to Miami-Homestead e fra una settimana sapremo chi sarà il campione Nascar 2015.

Post By Davide Sarti (201 Posts)

Sono un grande appassionato di motori americani, che a 27 anni ha seguito le orme dei grandi campioni. Tramite la mia passione e le mie conoscenze cercherò di raccontarvi il mondo della NASCAR nel modo più dettagliato possibile. Possibilmente, cercherò di farvelo amare

Connect

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Commenta