Il pilota di Chesterfield Denny Hamlin coglie un successo che non arrivava dalla fine della passata stagione quando s’impose a Miami.

Hamlin, mai vincitore del più grande ovale della categoria regina, è riuscito a sfatare un tabù durato nove anni pieno di ritiri e sfortune che lo avevano sempre tagliato fuori dai contendenti per la vittoria.

Stavolta ce l’ha fatta anche con un po’ di fortuna grazie ad una caution flag causata da Justin Allgaier che ha neutralizzato la gara nella battute finali.

Notizia di giornata oltre, alla vittoria di Hamlin è il comando preso da Danica Patrick nelle fasi iniziali per una durata di sei giri dando segno di importanti miglioramenti.

Lasciati i “vincenti”, dal lato opposto troviamo i piloti in casa Hendrick,i cui risultati non brillano come dovrebbero: Earnhardt, Gordon e Johnson per motivi di affidabilità o incidenti si sono ritrovati nelle retrovie senza poter puntare ad un piazzamento d’onore; al contrario a salvare il team è Kasey Kahne silenzioso nella sua rimonta dalle retrovie regalandosi una buona top ten.

Se nè Johnson e nè Gordon vedono la bandiera a scacchi, in questa lista va aggiunto Matt Kenseth, il pilota che l’anno scorso aveva vinto ben 7 gare e ora si ritrova con zero vittorie in undici tentativi, stessa sorte per Tony Stewart che sta avendo un’ annata per ora da dimenticare.

Dopo aver affrontato il Dega i piloti muoveranno verso il Kansas, dove per la prima volta la gara si svolgerà in notturna.

 

Post By Davide Sarti (236 Posts)

Sono un grande appassionato di motori americani, che a 27 anni ha seguito le orme dei grandi campioni. Tramite la mia passione e le mie conoscenze cercherò di raccontarvi il mondo della NASCAR nel modo più dettagliato possibile. Possibilmente, cercherò di farvelo amare

Connect

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Commenta