Pocket

A Fontana più che una gara è stata una lotta per la sopravvivenza, causa le gomme ed un asfalto abrasivo che consentiva alle auto di fare solo venti giri con un set di gomme.

D’altronde Fontana è un ovale veloce, largo che non necessita colpi di freno ed il risultato è stato un susseguirsi di gomme scoppiate. Harvick per ben due volte, Edwards, poi Ambrose, Patrick, Keselowski, Kurt Busch e tanti altri.

Alla fine il vero dominatore della prova è stato Johnson che ha avuto pochi rivali, se non nel tratto finale inseguito dal compagno di squadra Jeff Gordon, in rimonta nei suoi confronti.

A pochi giri dal termine il campione 2013 si ritrova con una ruota a terra e nel volgere di un giro, Ambrose, Keselowski e Kurt hanno la stessa sorte. Quest’ultimo poi andrà in testa coda portando la bandiera gialla e congelando le posizioni.

Alla volata finale però non è Gordon a prevalere bensì Kyle Busch, solito pilota abile nelle ripartenze che mette fuori gioco il fratello Kurt e Stewart che all’ ultimo giro comandavano la gara.

Sotto la bandiera è un Kyle-Kyle, ovvero un 1-2 per Kyle Busch, vincitore e Kyle Larson secondo alla prima stagione nella Nascar Sprint Cup Series.

 

Post By Davide Sarti (247 Posts)

Sono un grande appassionato di motori americani, che a 27 anni ha seguito le orme dei grandi campioni. Tramite la mia passione e le mie conoscenze cercherò di raccontarvi il mondo della NASCAR nel modo più dettagliato possibile. Possibilmente, cercherò di farvelo amare

Connect

Commenta

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.