Pocket

A Las Vegas terza prova valida per la Sprint Cup Series e Brad Keselowski ottiene un successo importantissimo davanti al leader del Campionato Dale Earnhardt Jr.

Il pilota, in forza a Penske ha sfruttato tutte le sue qualità di autocontrollo risparmiando più benzina possibile. Infatti questa qualità gli ha dato ragione sopravanzando a mezzo giro dal termine proprio Dale Earnhardt, purtroppo rimasto a secco.

Una sorta di riscatto, di ritorno ai vertici per l’ex campione del 2012 che ora si ritrova a ridosso del primo nella generale. Terzo è giunto uno strepitoso Menard che non è solito a questi risultati, controllando il compagno di squadra Keselowski, Logano relegato al quarto posto.

Continua invece il calvario dello Stewart-Haas Racing che si deve aggrappare al dominio di Harvick a Phoenix. Stewart 33°, Kurt Busch addirittura 26°, Harvick ritirato e Danica Patrick, la migliore dei suoi giunge solo al 21° posto. È da studiare la situazione di questo team nato per vincere, ma che apparentemente, al momento non ottiene risultati di rilievo.

Anche i fratelli-gemelli dell’ Hendrick Motorsports si devono accontentare, seppur con risultati migliori, i loro alfieri Jimmie Johnson e Gordon non vedono ancora la vittoria e Kahne appare un lontano parente del 2013, quando qui giunse secondo.

Situazione analoga per Joe Gibbs con i suoi che non vanno oltre il decimo posto senza vittorie stagionali.

Insomma inizio atipico in cui si spera le cose prendano il vento a favore per rilanciare, una stagione, per il momento sorprendente.

 

Post By Davide Sarti (247 Posts)

Sono un grande appassionato di motori americani, che a 27 anni ha seguito le orme dei grandi campioni. Tramite la mia passione e le mie conoscenze cercherò di raccontarvi il mondo della NASCAR nel modo più dettagliato possibile. Possibilmente, cercherò di farvelo amare

Connect

Commenta

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.