Pocket

599921-martin-truex-jrContro tutti i pronostici rilasciati dai bookmakers che davano l’ex formula 1 Montoya e il bicampione delle V8 Supercars “Aussie Aussie” Marcos Ambrose come favoriti, Martin Truex Jr suona le campane a Sonoma ponendo fine ad un digiuno di vittorie di 218 gare consecutive.

A Sonoma, il pilota in forza al MWR ha battuto Jeff Gordon con un assolo sul traguardo e un margine di 8 secondi di differenza.

Così finisce una delle più lunghe strisce senza vittorie nella NASCAR, nella quale Truex ha stabilito un record: la più grande striscia di gare tra la prima e la seconda vittoria di un singolo pilota, e la seconda più lunga tra due vittorie nella Sprint Cup. Quando Bill “awesome” Elliott vinse a Miami nel 2001 aveva chiuso una striscia di 226 gare.

Infatti, l’agonia era diventata troppo lunga da quella gloriosa vittoria a Dover nel lontano 2007, da allora è giunto sei volte secondo.

“Non riesco neanche a trovare le parole” dice Truex Jr mentre scala l’auto per mettere piede nel Victory Lane. “Ho tante persone da ringraziare per avermi supportato… abbiamo avuto macchine veloci per tutto l’anno. Abbiamo avuto qualche sfortuna ma questo fa parte delle gare”.

“Sono orgoglioso di questi ragazzi per aver lavorato duro e avermi dato una macchina come questa” ha detto. “Oggi è il nostro giorno. Abbiamo avuto tanti giorni che non erano nostri e oggi è il nostro turno”.

La sua euforia viene trasportata anche nelle interviste post gara: “Quale striscia?” dice Truex, quando ricorda che il suo Chief Crew Michael Waltrip ha dovuto aspettare 492 gare per mettere il muso della sua auto davanti a tutti e vincere per la prima volta in carriera. “Ho lasciato dietro di me solo 4 anni, e ora sono tornato” conclude Truex.

Un risultato che gioca a favore del NAPA 56 permettendogli di salire di tre posizioni in classifica al decimo posto, rendendosi eleggibile come ultima posizione confermata per il Chase. Un altro dato a favore è la vittoria di domenica, ove nel caso dovesse scendere oltre la decima piazza può comunque sperare a battagliare per il rush finale di stagione.

Storia simile per Jeff Gordon, assetato di vittoria che deve assolutamente agguantare per sperare nella post season. Il 24 ha ottenuto ben 5 vittorie a Sonoma, più di chiunque altro pilota attivo; d’altronde correndo nel tracciato di casa si è ritrovato nuovamente con le spalle al muro cercando di anticipare la strategia di gara durante una bandiera gialla: “Stavamo provando a battere la bandiera gialla e siamo arrivati tardi un millesimo di secondo, quando sono entrato in pit lane ho visto la bandiera rossa e sapevo che ci sarebbe costato parecchio” ha detto Gordon.

“Ma questo team ha affrontato momenti peggiori, fortunatamente avevamo una macchina veloce, poi grazie ad un gran numero di incidenti che sono riuscito ad evitare ho risalito il gruppo con determinazione” .

Alla fine un secondo posto che vale oro in chiave Chase, ma che non basta per assicurarsi la posizione.

Dopo i “fuochi d’artificio” in California, la prossima tappa sarà in Kentucky in una prova notturna dove la Nascar correrà per la terza volta nella sua storia.

Post By Davide Sarti (247 Posts)

Sono un grande appassionato di motori americani, che a 27 anni ha seguito le orme dei grandi campioni. Tramite la mia passione e le mie conoscenze cercherò di raccontarvi il mondo della NASCAR nel modo più dettagliato possibile. Possibilmente, cercherò di farvelo amare

Connect

One thought on “Truex Jr sfata il tabù della vittoria

Commenta

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.