L’evento che ogni appassionato di baseball del mondo aspetta con ansia è finalmente arrivato: le World Series bussano finalmente alla porta dal Dodger Stadium di Los Angeles, con la sfida tra i padroni di casa, vincitori della National League, e gli Houston Astros, che invece si sono portati a casa la American League.

I Dodgers sono 4-0 tra le mura casalinghe in questa postseason, si presentano riposati dopo la vittoria in 5 partite sui campioni in carica Cubs e schierano sul monte di lancio la loro stella assoluta, Clayton Kershaw. Houston, invece ha dovuto faticare fino a gara 7 per avere ragione dei giovani Yankees e si affidano al barbuto Dallas Keuchel, ottimo nelle prime due uscite di playoff ma reduce da una brutta prestazione nella quinta partita delle ALCS.

L’inizio è scioccante per gli ospiti: Kershaw chiude il suo primo inning facilmente, mentre al primo lancio della partita di Keuchel i tifosi di casa possono già esultare, in quanto Chris Taylor colpisce un home run sull’esterno sinistro che segna l’1-0 Dodgers.

I successivi due inning proseguono tranquilli, con Los Angeles che mette un paio di uomini in base ma incappa anche in due doppi giochi, mentre Houston colpisce la prima valida della partita con Josh Reddick, ma non riesce ad approfondire il discorso.

Nel quarto inning gli Astros giungono al pareggio, quando Kershaw lascia una fastball troppo alta in mezzo al piatto: il terza base Alex Bregman trova un ottimo contatto e spedisce a sua volta la palla sull’esterno sinistro per il pareggio ospite. 1-1. Dopo questo, Kershaw ottiene 3 K sui tre successivi battitori.

I due lanciatori non concedono fino al sesto inning, quando il losangelino ottiene i suoi tre anni ma Keuchel complica la storia dopo aver concesso una base su ball ancora a Taylor: il terza base dei Dodgers Justin Turner colpisce un home run da due punti che fissa il punteggio sul 3-1 LAD.

LA partita virtualmente finisce lì: sia i rilievi di Houston (Brad Peacock e Chris Devenski) che quelli di Los Angeles (Brandon Morrow e Kenley Jansen) non concedono valide e quindi i Dodgers si aggiudicano la prima partita.

Non c’è tempo di riflettere, però: questa sera c’è subito gara 2. Houston cercherà di pareggiare la serie schierando Justin Verlander, fantasmagorico finora in postseason, mentre Los Angeles si affiderà all’esperto Rich Hill. Altro spettacolo in vista!

 

 

Post By Cern (182 Posts)

Andrea Cornaglia, classe ’86, profonda provincia cuneese, si interessa al football dal 2006, prendendo poi un’imbarcata per il mondo dei college dal 2010: da lì in poi è un crescendo di attrazione, inversamente proporzionale al numero di ore dormite al sabato notte

Connect

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Commenta