Serviva una grande prestazione per dare una scossa alla serie per Chicago, emulando quello che gli Yankees hanno fatto e stanno facendo nelle ALCS, sfruttare il fattore campo per ribaltare la serie contro i favoriti per il pennant. Invece al Wrigley field è andata in scena un’orribile gara dei campioni in carica, sotto ogni punto di vista possibile in una partita di baseball; battuta, difesa, pitching e baserunning. Il risultato è un’altra sconfitta per 6-1 che porta Maddon con le spalle al muro dopo soli 3 incontri.

Le probabilità sono ora tutte a favore dei Dodgers. I Cubbies per tornare alle World Series infatti dovrebbero diventare la seconda squadra nella storia delle Championship Series a ribaltare uno 0-3 in un 4-3. A scoraggiare i North Siders però, più che i precedenti storici, ci sono un attacco spento e un pitching staff inconsistente che concede tonnellate di Walks.

Il momento più emblematico è forse nel sesto di gara 3; 3-1 LA, basi piene e due out quando Carl Edwards affronta Yu Darvish, un pitcher che fino allo scorso 31 luglio non era mai stato nella NL e che quindi non aveva mai visto il box di battuta. Edwards sembra quindi poter uscire dai guai ma in 4 lanci da un ticket omaggio per la prima base al lanciatore e porta i Dodgers sul 4-1. La cosa curiosa è che subito dopo lascia al piatto Chris Taylor con tre lanci.

Se ciò non bastasse per far avvelenare Maddon, quella appena citata non è nemmeno una ER, poiché figlia di una mancata presa di Bryant su una facile grounder ad inizio ripresa con Hendricks sul monte, uscito dopo il successivo singolo di Ethier. Per il partente 27enne è la seconda uscita consecutiva sottotono e se la prima era passata inosservata in gara 5 contro Washington, questa pesa su una squadra che con 4 riprese lasciate ai rilievi, sembra essere abbandonata a se stessa.

Rimangono comunque le misere 4 runs segnate in 3 incontri. Dopo aver segnato per primi in tutte e 3 le gare infatti i Cubs non hanno più messo punti sullo scoreboard. Anche ieri notte infatti dopo un primo inning con 3 valide e un punto segnato col fuoricampo di Schwarber, i Dodgers hanno visto i Cubs in scoring position solo altre 2 volte entrambe risultate in un nulla di fatto.

Puig e compagni invece con una sola valida complessiva in più hanno convertito sul 2-1 nel quinto con un doppio sulla linea destra di Pederson e un triplo su quella sinistra di Taylor. Nell’ottavo sul 4-1 poi altri regali dei Cubs con Montgomery sul monte; walk a Forsythe e singolo di Barnes aprono la ripresa, poi contro Culberson arriva prima un lancio pazzo, poi sul terzo strike Contreras non controlla e manda Forsythe a casa. A questo punto basta un sacrifice fly di Farmer per la seconda unearned run della sciagurata serata dei padroni di casa; 6-1.

I solo Homer di Ethier nel secondo e di Taylor nel terzo avevano precedentemente portato Los Angeles in vantaggio.

18 le basi concesse da Chicago in 25.2 riprese contro le 4 di Los Angeles nella serie. 1.33 di ERA per i Dodgers contro il 4.56 dei campioni della NL Central, con Mike Montgomery oltre quota 20!

Dal lato dei vincitori, ottime conferme in Darvish con 6.1 IP 7 K e una ER. Seconda vittoria in questa postseason per il giapponese ancora più convincente di gara 3 delle NLDS. Continua invece la striscia incredibile del bullpen che porta a 11 il numero di riprese senza subire runs nella serie. Molto più bassa la pressione in questa gara 3 con Jansen costretto a entrare solo dopo le 2 valide concesse da Stripling nel nono.

Sono sei ora le vittorie consecutive dei Dodgers in questi playoff. Ancora una volta Roberts ha la possibilità di chiudere la serie stanotte aspettando poi sul divano i prossimi avversari, bloccati per ora sul 2-2. LA è dunque a -1 dal primo pennant dopo 29 anni.

In gara 4 sarà Alex Wood contro Jake Arrieta. Il CY 2015 ottenne due vittorie nelle scorse WS di cui una cruciale in gara 6 con i Cubs anche lì sull’orlo del baratro. Arrieta però è attorno ai 90 lanci di media a partita nel 2017 uscendo mediamente nel corso del sesto inning con un ERA a quota 3.53.

Ci sarà Wade Davis con 5 giorni di riposo ma poco, davvero poco altro per Maddon a cui aggrapparsi. Lackey e Duensing sono gli unici altri 2 a non aver lanciato in gara 3 e finora non hanno esattamente brillato in questa serie. Possibile quindi una virata su Strop o Rondon in back to back.

Alex Wood (16-3, 2.72 ERA) invece esordirà in questo ottobre. Finora non c’è mai stato bisogno di lui è vedremo come sarà l’impatto psicologico dopo 20 venti giorni senza salire sul monte nella sua prima da partente nei playoff. Dietro al partente ex Braves, Jensen e Morrow probabilmente non ci saranno visto che hanno lavorato in tutte le partite della serie. Stesso discorso per Watson anche se con soli 16 lanci totali. Tre giorni di riposo invece per Maeda e Cingrani, 2 per Josh Fields.

I Dodgers vanno per il secondo sweep consecutivo e per vendicare le scorse NLCS. I Cubs, se non altro, almeno per l’onore.

 

 

Post By matteos (53 Posts)

Appassionato fin dai 10 anni della cultura e dello sport USA dopo essermi innamorato del baseball avendolo giocato a scuola. Amo il playground per il basket con gli amici dove imito goffamente i movimenti dei miei idoli NBA. Sogno di vedere dal vivo almeno una partita di ognuna delle 4 franchigie a cui tengo che per ora posso seguire solo grazie a litri e litri di caffè. Non sopporto le persone che indossano canotte NBA e cappelli MLB o NFL senza sapere chi o cosa stiano indossando.

Connect

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Commenta