Dopo la prima parte dedicata agli hitters, ci concentriamo oggi su alcuni dei lanciatori che stanno avendo stagioni assolutamente notevoli.

Il focus è sui lanciatori partenti ma una menzione è quasi obbligatoria per tre closer che stanno facendo alla perfezione il loro ruolo di chiudere le porte agli avversari o che, ancora meglio, queste porte le stanno lanciando in faccia ai battitori avversari: questi sono Greg Holland (Colorado Rockies, leader in MLB con 28 salvezze), Craig Kimbrel (Boston Red Sox, 23 salvezze ma 1.19 di ERA) e Kenley Jansen (Los Angeles Dodgers, “sole” 21 salvezze ma ERA stellare di 0.96).

TOP PITCHERS

Max Scherzer (Washington Nationals)

Già stiamo parlando di uno dei lanciatori più forti dell’epoca attuale, e poi questi si mette, a 32 anni, a proporre quella che può essere la miglior stagione della sua già grande carriera, allora stiamo parlando del 2017 di Max Scherzer. Queste le sue cifre:

  • 3rd in NL in W (10)
  • 2nd in NL in IP (128.1)
  • 1st in NL in SO (173)
  • 1st in NL in ERA (2.10)
  • 1st in NL in WHIP (0.78)
  • 7th in NL in W% (.667)
  • 1st in NL in CG (2)

Nemmeno nel 2013 e nel 2016, le stagioni in cui ha vinto il Cy Young Award, ha avvicinato le sue cifre 2017 in termini di ERA, strikeout e WHIP. Scherzer è uno dei principali candidati ai premi anche quest’anno, complice anche l’ottima stagione di Washington, ma la concorrenza è di livello. L’avversario più diretto? Questo personaggio qui sotto.

Clayton Kershaw (Los Angeles Dodgers)

Dall’altro lato degli Stati Uniti troviamo il più fiero avversario di Scherzer, il losangelino Kershaw, il quale a sua volta sta facendo cose più che egregie. A differenza del rivale della costa Est, però, nonostante le cifre siano impressionanti, Kershaw sta avendo la sua peggior stagione in termini di ERA: questo per far capire quanto questi sia dominante.

  • 1st in NL in W (14)
  • 1st in NL in IP (132.1)
  • 2nd in NL in SO (159)
  • 2nd in NL in ERA (2.18)
  • 2nd in NL in WHIP (0.88)
  • 1st in NL in W% (.875)
  • 3rd in NL in CG (1)

Nonostante la division competitiva e i mille infortuni che li hanno colpiti, i Dodgers sono lanciati verso un ennesimo viaggio ai playoff, e quest’anno Kershaw ha trovato tanta compagnia di qualità sul monte: già detto del closer Jansen, non si può non citare anche Alex Wood, che in 15 partite (13 partenze) ha in record di 10-0 e una ERA di 1.62.

Chris Sale (Boston Red Sox)

A dicembre i Red Sox avevano imbastito una mega trade per portare Sale sulle rive del fiume Mystic il talentuoso lanciatore ex White Sox e garantirsi le sue prestazioni per i restanti tre anni di contratto. In una rotazione che tra infortuni e prestazioni discontinue fatica a trovare la propria dimensione, Sale è l’ancora e la certezza, ed i numeri parlano per lui.

  • 2nd in AL in W (11)
  • 1st in AL in IP (127.2)
  • 1st in AL in SO (178)
  • 2nd in AL in ERA (2.75)
  • 1st in AL in WHIP (0.90)
  • 4th in AL in W% (.733)
  • 4th in AL in CG (1)

Rispetto agli ultimi due anni in Illinois, Sale sta mettendo in mostra un controllo molto migliorato: ERA nuovamente inferiore a 3.00, il minor numero di basi per ball ed il maggior numero di strikeout per partita della stagione. Andando avanti nella stagione, Boston pare perdere volta per volta avversari e quindi si candida come favorita per la vittoria in AL East. Per il discorso playoff, però, paiono esserci squadre più attrezzate.

 Corey Kluber (Cleveland Indians)

L’inizio di stagione degli Indians, sconfitti alle World Series lo scorso anno, non era stato dei migliori, con un roster che faticava seriamente ad ingranare ed una partenza sprint di Minnesota che sembrava poter mettere in dubbio gli equilibri della AL Central. Anche Kluber, uno dei principali protagonisti della cavalcata 2016 non ha avuto la migliore delle partenze, con un infortunio alla schiena che gli ha fatto saltare alcune partenze a maggio. A parte questo, però, le prestazioni sono state di livello.

  • 5th in AL in SO (123)
  • 3rd in AL in ERA (2.80)
  • 2nd in AL in WHIP (0.99)
  • 5th in AL in W% (.700)
  • 2nd in AL in CG (2)

Pur saltando alcune partite, Kluber è già quinto nella classifica degli strikeout e viaggia a una media di 11.9 SO/9, guidando una rotazione che fatica ad ottenere qualità da vari elementi come Josh Tomlin e Trevor Bauer. Una normalizzazione delle prestazioni ha riportato Cleveland in testa alla AL Central ma attenzione: Minnesota è ancora in scia e poco distante c’è anche Kansas City, che ha ovviato a un inizio pessimo ed è già in territorio positivo.

Jason Vargas (Kansas City Royals)

A proposito di Royals, ecco tra i migliori lanciatori un trentaquattrenne con una storia alle spalle che non può che far piacere agli appassionati del gioco. Vargas è uno dei migliori lanciatori di questo 2017 e alla sua età ha ottenuto la prima convocazione all’All-Star Game dopo che dopo sole 9 partite del 2015 aveva dovuto sottoporsi alla Tommy John surgery che gli aveva fatto saltare anche quasi tutto il 2016.

Alla prima stagione intera dopo l’operazione, questi sono i suoi numeri:

  • 1st in AL in W (12)
  • 1st in AL in ERA (2.62)
  • 9th in AL in WHIP (1.15)
  • 1st in AL in W% (.800)
  • 4th in AL in CG (1)

Rispetto a qualsiasi stagione completa pre-infortunio Vargas ha ridotto la sua ERA di almeno un punto e, pur facendo pochi strikeout, mantiene bassissimo il numero di valide concesse. Con le sue (inattese) prestazioni Vargas è anima e traino di un reparto di lanciatori che sta faticando a trovare la sua dimensione: nonostante ciò sono migliorate le prestazioni dei battitori e la caccia agli Indians può ancora considerarsi aperta.

Ervin Santana (Minnesota Twins)

In tutta la passata stagione i Twins hanno vinto 59 partite. Nel 2017, a metà stagione siamo già a 45 vittorie. In realtà, questi enormi progressi arrivano senza che i numeri li giustifichino completamente: non un singolo battitore ha una AVG superiore a .300 (il migliore è Eddie Rosario con .287, e José Berrios non conta perché è 1/2) e quattro dei sei partenti impiegati in stagione ha una ERA da 4.43 a salire. Uno dei due lanciatori che è al di sotto di questa media è un altro 34enne, Erwin Santana.

  • 3rd in AL in W (10)
  • 3rd in AL in IP (120.1)
  • 7th in AL in BB (40)
  • 4th in AL in ERA (2.99)
  • 4th in AL in WHIP (1.08)
  • 10th in AL in W% (.625)
  • 1st in AL in CG (4)

Santana è tornado all’All-Star Game dopo la sua unica apparizione datata 2008, in una stagione che lo vede per la prima volta in carriera sotto i 3.00 di ERA, con una WHIP appena superiore a 1 e con tre shutout già effettuati. Il supporting cast non sembra essere da playoff, però la stagione del lanciatore dominicano è da incorniciare.

Post By Cern (182 Posts)

Andrea Cornaglia, classe ’86, profonda provincia cuneese, si interessa al football dal 2006, prendendo poi un’imbarcata per il mondo dei college dal 2010: da lì in poi è un crescendo di attrazione, inversamente proporzionale al numero di ore dormite al sabato notte

Connect

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Commenta