Lo scatto è certamente vincente. Due sweep consecutivi di 4 partite ciascuno, contro due rivali di Division.
Yankees al Fenway Park e Orioles al Camden Yard si sono dovuti arrendere per 4 volte consecutive, ed hanno dovuto ammettere che i Red Sox attuali sono più forti.

Non accadeva dal 1968 che i Red Sox vincessero due serie da 4 di fila, e non è un caso che la svolta sia giunta proprio in gara 1 con gli Yankees: sotto 5-2 a metà del nono inning sono riusciti a segnare 5 punti nella parte bassa con l’HR da 3 punti di Hanley Ramirez a chiudere l’incontro e a mandare a letto il frastornato Girardi, che ha inutilmente utilizzato diversi rilievi per chiudere il match.

A inizio mese i Red Sox erano 2 partite dietro Toronto e 2 davanti agli Orioles. Hanno in 22 giorni guadagnato 7 partite sui primi e 5 sui secondi ed ora hanno un margine rassicurante per la vittoria della Division.

Per quanto riguarda le opportunità di far strada nei playoff il discorso si fa più complesso.

Intanto va visto chi avrà il vantaggio del campo nei vari incontri: Texas vanta una vittoria di vantaggio su Indians e Red Sox, pertanto al momento non si sa chi affronterà la vincitrice della wild card.

Le ultime 3 serie di Boston saranno con Rays, Yankees e Blue Jays. Anche gli Indians hanno serie complicate con White Sox, Tigers e Royals, oltre agli infortuni dei partenti Salazar e Carrasco, mentre i favoriti paiono i Rangers, incontrando A’s, Brewers e Rays.

Ma per i Red Sox casa o trasferta poco cambia, dato che quest’anno hanno collezionato lo stesso numero di sconfitte al Fenway e altrove.

Sul fronte infortuni, a parte Sandoval che praticamente non ha visto il campo per tutta la stagione, anche il catcher titolare, Swihart, è fuori fino al 2017 per una operazione alla caviglia sinistra ma è stato ben sostituito da Leon, che ha avuto un grande impatto offensivo.

Ma tutto il lineup è ai massimi livelli, ed infatti i Red Sox sono primi MLB per average (.286) con un largo margine sui secondi, i Rockies, e la medesima classifica c’è sulle valide, sui doppi, sui punti segnati e portati a casa, e sono 27esimi per strike out subiti.

Ortiz, al suo ultimo anno di carriera, è a 36 HR e 122 RBI, record di ogni tempo per un giocatore di oltre 40 anni, Mookie Betts ha come lui chance di vincere l’MVP stagionale con l’identico average .318, e 31 HR, 108 RBI e 25 basi rubate.

Hanley Ramirez, che ha quasi vinto da solo la serie contro gli Yankees, è a 29 HR e 109 RBI, Bradley Jr. ha 26 HR, Bogaerts 20, Travis Shaw in terza base 16.

L’unica mancanza nel lineup è un autentico leadoff, dato che dopo aver iniziato con Betts e Bradley, visto il loro apporto di HR, lo skipper Farrell ha deciso di mettervi Pedroia, che sta battendo circa .400 da quando è leadoff, ma certo non ruba basi (è appena a 7 stagionali).

Meno bene si comporta il reparto lanciatori, in cui il team è tra il settimo ed il decimo posto MLB nelle principali statistiche.

La rotazione per i playoff ha 3 posti sicuri, con Porcello possibile CY con un record di 21-4 e una ERA di 3.08, Price a 17 vittorie, anche se l’ERA è quasi a 4.00, ed il knuckleballer Wright, che rientrerà a breve dall’infortunio che l’ha limitato a 24 partenze in stagione. Il quarto spot se lo giocano Eduardo Rodriguez, Drew Pomeranz e Clay Buchholz, con quest’ultimo in forte ascesa.

Il bullpen invece è una sicurezza, grazie al closer Kimbrel (29 salvezze su 31 tentativi), e sui rilievi Uehara (più lenta fastball della Lega, escludendo i knuckleballer) e Ziegler (acquisito a fine mercato dai D’Backs), i quali lanciano il settimo e l’ottavo inning. Robbie Ross è il mancino, Tazawa e Barnes i rincalzi.

I Red Sox paiono a questo punto favoriti sugli Indians, loro probabili avversari nel primo turno, mentre tutta da giocare sarebbe una finale con i fortissimi Rangers, completi anche loro in ogni reparto.

 

Post By piersilvioc (187 Posts)

Website: → MLB Market

Connect

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

One thought on “Lo scatto dei Red Sox

  1. Tutto starà nei p.o.: le mazze di Boston saranno così stellari come nella stagione regolare? se sì, beh, incontrare i Red Sox sarà un problema per chiunque, Cubs compresi. Se invece le cifre andranno a calare(cosa che ad ottobre accade spesso a tutte quelle squadre stellari in battuta)allora i Red Sox tornano ad essere una squadra normale. I partenti sono buoni ma quanto affidabili nei p.o.? Porcello continuerà così?Price nelle gare di p.o.non ha mai convinto, anzi….di sicuro c’è che Boston è stata una delle squadre più divertenti da veder giocare quest’anno e la stagione di Big Papi è stata eccezionale ed invidiabile. Vediamo cosa accade, Let’s go Sox e non si sa mai…

Commenta