Bartolo Colon, 41 anni e non sentirli

Non è il titolo di una puntata di The Big Bang Theory, ma quella che ad oggi è la più brillante sorpresa del panorama MLB: i Mets posseggono, infatti, il miglior record della lega, un brillante 12-3, sono l’unica squadra ancora imbattuta in casa (9-0), vengono da 10 vittorie consecutive e godono di 3,5 partite di vantaggio sui Braves e 5 sui Nationals. 

Chiaramente siamo solamente al 9,26% della loro regular season però il cammino è iniziato in maniera molto promettente: innanzitutto una serie vinta a Washington, seguita da una serie persa ad Atlanta ma la vittoria nell’ultimo match è stata la prima perla delle 10. 

Arrivati tra le mura amiche del Citi Field i Mets hanno ottenuto uno sweep su Philadelphia, uno da 4 partite su Miami ed hanno vinto le prime due sfide della serie contro Atlanta. 

Il tutto, da precisare, con un lanciatore come Zach Wheeler fuori tutto l’anno per TJS, David Wright, terza base titolare e uno dei leader della squadra, fuori dal 15 aprile e per almeno tre settimane per problemi al ginocchio, Travis d’Arnaud, catcher titolare che aveva iniziato la stagione battendo come mai in carriera, a sua volta fuori almeno fino a giugno per problemi ad una mano ed il closer designato Jenrry Mejia sospeso per 80 partite a causa di alcuni problemi di steroidi. 

A cosa si deve, dunque, questo ottimo inizio di stagione? Al netto di d’Arnaud, offensivamente i Mets non sono fra le squadre più calde e l’unico giocatore dalla produttività molto alta è il 1B Lucas Duda, che batte .339 con 9 RBI. 

Ciò che salta agli occhi, però, è la grande cura che i Mets mettono al piatto, e ciò è dimostrato dai soli 88 strikeout subiti, secondi nella lega solamente ai Royals, che guidano con un irreale 69. 

Ciò che fa la differenza si trova nel reparto lanciatori, che concede solamente 2,93 punti a partita (di cui 2,80 guadagnati sui lanciatori) e finora solamente 30 basi per ball, anche qui secondi nella lega dietro solamente ai Cubs. 

Oltre ai classici Matt Harvey, ritornato bene dall’infortunio, e Jacob deGrom, 2 punti concessi in tre partenze per 19.1 innings, stanno andando molto bene (per ora, si ricordi sempre che stiamo parlando di small sample size) Bartolo Colon e Jon Niese, entrambi ottimi nelle tre partenze a testa finora avute. Stenta solamente Dillon Gee, il quale pare essere, con la sua ERA di 5.60, l’anello debole della catena.

 A far le veci di Mejia è stato designato Jeurys Familia, e mai scelta fu più azzeccata: 7 salvezze su 7 opportunità, ERA a 2.08 e già 10 strikeout. 

 È evidente che un record così non può durare e che prima o poi sia Miami che Washington, squadre dal potenziale e dal talento maggiori, inizieranno a rincorrere seriamente i Mets (cheal momento di chiudere il pezzo stanno già vincendo 3-1 su Atlanta), ma questa partenza è senza dubbio una grande iniezione di fiducia per proseguire la stagione.

Post By Cern (182 Posts)

Andrea Cornaglia, classe ’86, profonda provincia cuneese, si interessa al football dal 2006, prendendo poi un’imbarcata per il mondo dei college dal 2010: da lì in poi è un crescendo di attrazione, inversamente proporzionale al numero di ore dormite al sabato notte

Connect

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

Commenta