Pocket

piratcards34Carlos Beltran, Adam Wainwright e i St.Louis Cardinals hanno dato una bella svegliata al lieto sonno in cui i Pittsburgh Pirates si erano calati dopo la partita contro i Reds.

L’home run da tre punti di Beltran ha aperto uno score di sette segnature durante il terzo inning che ha completamente neutralizzato ogni speranza per gli ospiti. Poi ci si è messo pure il partente Wainwright a rendere più difficile il compito a McCutchen e compagni. Solo un punto e 3 hits concesse in 7 inning, con 9 K realizzati, spiegano il successo finale per gli uomini di Mike Matheny.

“Siamo scesi in campo nella maniera giusta ed è stata una bella vittoria che ci inietta una grossa dose di fiducia” ha affermato il manager subito dopo la gara.

Una gara che ha visto il povero A.J. Burnett massacrato dall’attacco stellare dei Cardinals, tanto che la sua partita è finita nel terzo inning, per lasciare il posto a Jeanmar Gomez, anche lui autore di una performance poco convincente, aumentando ulteriormente il bottino dei padroni di casa.

L’unico punto dei Pirati è arrivato con l’homerun di Pedro Alvarez nel quinto, salvando una batting rotation fino a quel momento disastrosa.

A differenza di quella dei Cards che è stata praticamente perfetta, compresa la difesa che non ha concesso quasi nulla agli avversari.

Come nella serie tra Dodgers e Braves, in gara-2 si stravolge tutto e dimenticate ciò che avete appena letto, cioè un dominio assoluto della squadra del Missouri.

Sì, perché i Pirates, durante il corso dell’anno, ci hanno mostrato di essere una squadra corsara e scusate il gioco di parole.

Il team di Clint Hurdle – messo da parte l’entusiasmo e l’emozione per la prima partita di post-season dopo 21 anni – ha quasi ribaltato il risultato della prima uscita grazie ad una superba prestazione dello starter Gerrit Cole, anche lui al suo debutto nei playoff.

Sei inning lanciati con due sole valide concesse e un punto, l’unico dei Cardinals durante tutta la partita, siglato da Yadier Molina con un homer run nel quinto. Il tutto condito da 5 K e addirittura un RBI che ha permesso ad Alvarez di correre a casa.

Alvarez che è diventato il primo Pirate dal 1974 a spedire la pallina aldilà delle recinzioni per due partite di playoff consecutive, rivelandosi l’assoluto MVP di questa gara-2.

Anche Sterling Marte si è unito alla carovana con un fuori campo nell’ottavo che ha sancito il punteggio sul definitivo 7-1.

Una partita decisamente da dimenticare per Lance Lynn che ha lanciato per 4.1 inning con 5 punti concessi e una media ERA di 10.38. Dopo la sua uscita, il bullpen dei padroni di casa è andato in completa confusione con ben altri sei pitcher che si sono susseguiti sul monte di lancio.

Una partita diversa da quella precedente, in cui St. Louis ha dato tutto in una frazione per poi concentrarsi ad amministrare la vittoria. Il successo dei Pirates si è capitalizzato durante tutto l’arco della gara, costruendo le proprie chance di volta in volta ed è proprio questo che Hurdle ha chiesto ai suoi dopo la disfatta di gara-1, cioè mai perdere la concentrazione e sfruttare qualsiasi opportunità per segnare punti.

Ora si vola a Pittsburgh, in un bollente PNC Park che non attende altro che accogliere i suoi beniamini ed incitarli per due partite che potrebbero mettere fine ad una serie che si preannuncia essere combattuta.

 

Post By Nicholas Lippolis (112 Posts)

Scrive per playitusa dal 2012. Esperto di NBA, NHL ed MLB. https://twitter.com/NikLippolis

Connect

One thought on “NLDS: Cardinals vs. Pirates, botta e risposta

Commenta