Il 2013 è l'anno della fotografia che mai avremmo nemmeno immaginato di poter vedere, l'abbraccio tra due Papi

Il 2013 è l’anno della fotografia che mai avremmo nemmeno immaginato di poter vedere, l’abbraccio tra due Papi

Ciao 2013,

sei stato l’anno delle incredibili dimissioni di Papa Benedetto XVI, di quel volo in elicottero sopra la Città Eterna che ha commosso il mondo e del portone di Castel Gandolfo che in quel 28 febbraio ha chiuso nella maniera più sorprendente e inimmaginabile un papato che si era intriso di scandali curiali.

Sei stato l’anno del conclave che ha eletto Papa Francesco, un nome per un’altra grandissima sorpresa, sei stato l’anno del suo sorriso “dalla fine del mondo” dalla loggia in Piazza San Pietro, sei stato l’anno in cui abbiamo potuto vedere una foto con due papi vestiti di bianco che si abbracciano.

Sei stato l’anno dei suoi piccoli gesti rivoluzionari, delle scarpe nere e della residenza in Santa Marta, della mancanza di orpelli, dell’angelus cantato, della borsa portata a mano, del selfie con i ragazzi, degli assegni ai bisognosi, delle mani che pericolosamente lo toccano in Brasile a bordo di un’utilitaria e dell’inizio di chissà ancora quant’altro per il Vescovo di Roma umile e moderno.

Sei stato l’anno delle elezioni politiche, forse l’inizio dell’epoca delle riforme verso la Terza Repubblica senza Silvio condannato e decaduto e con un Renzi trionfatore delle primarie per la segreteria PD, con la destra spaccata tra Forza Italia 2.0 e la squadretta di Alfano.

Intanto però al governo ci sono le larghe intese del nipotino Enrico Letta, insidiatosi durante una sparatoria davanti Palazzo Chigi e al Quirinale c’è il confermatissimo Re Giorgio Napolitano, 88 anni per un inaspettato secondo mandato.

Sei stato l’anno di Snowden, di talpe, spie e corvi in Vaticano, dell’elezione a NY di un sindaco orgogliosamente italiano, della Costa Concordia raddrizzata, delle stragi continue di cristiani nel mondo, del colpo di stato e delle proteste represse nel sangue in Egitto, del tifone delle Filippine e del tornado in Oklahoma.

Sei stato l’anno delle indecisioni di Obama, bomba o non bomba in Siria, Obamacare in panne, sei stato l’anno della tragedia di migranti a Lampedusa e della messa essenziale di Francesco, della ripresa  economica non ancora partita, mentre la Merkel va per il tris cresce ovunque in Europa lo scetticismo per la moneta unica e l’ansia per sempre più gente per un futuro sereno.

Ecco 10 fotografie da ricordare per il 2013 nelle tre maggiori leghe professionistiche americane, NBA, NFL e MLB. Sono le storie più memorabili dell’anno che sta per finire.

54 punti, 11-13 da tre, la singola serata più bella della stagione, Stephen Curry illumina il MSG il 27 Febbraio

10. E’ il 27 Febbraio, Stephen Curry illumina il MSG, 54 punti, 11-13 da tre, la singola serata più bella della stagione, l’impressione di non poter sbagliare mai, in scioltezza

 

9. Aaron Hernandez, Tight End dei Patriots è arrestato con l'accusa di omicidio. E' ancora in attesa di giudizio ma la sensazione di una carriera da star interrotta è più forte di qualsiasi verdetto giudiziario

9. Aaron Hernandez, Tight End dei Patriots, è arrestato con l’accusa di omicidio. E’ ancora in attesa di giudizio ma la sensazione che la sua carriera da star si sia interrotta è più forte di qualsiasi verdetto giudiziario

 

La striscia si interrompe il 27 Marzo a Chicago, a quota 27, vicini al record di 33 dei Lakers   '72 per vittorie consecutive. Ridono i Bulls ma Miami già vede la primavera

8. La striscia si interrompe il 27 Marzo a Chicago, a quota 27, vicini al record di 33 dei Lakers ’72 per vittorie consecutive. Ridono i Bulls ma Miami già vede la primavera

 

7. 19 stagioni per i New York Yankees, il closer per eccellenza esce di scena. Ha più salvezze (652) di qualsiasi altro pitcher, adesso i finali di gara conosceranno qualche sospiro in più

7. 19 stagioni per i New York Yankees, il closer per eccellenza esce di scena. Ha più salvezze (652) di qualsiasi altro pitcher, adesso i finali di gara conosceranno qualche sospiro in più

 

6. Per la NBA purtroppo è stato un anno di brutti infortuni, da Kobe Bryant a Russell Westbrook a Rajon Rondo, nulla batte però la disgrazia di D Rose. Stagione '12 mozzata, stagione '13 interamente saltata, per il '14 ritorna ma dopo 10 partite si fa male di nuovo, chiunque piange per chi di questa lega fu MVP

6. Per la NBA purtroppo è stato un anno di brutti infortuni, da Kobe Bryant a Russell Westbrook a Rajon Rondo, nulla batte però la disgrazia di D Rose. Stagione ’12 mozzata, stagione ’13 interamente saltata, per il ’14 ritorna ma dopo 10 partite si fa male di nuovo, chiunque piange per chi di questa lega fu MVP

 

5. A inizio anno non si è parlato d'altro, anche oltre i confini di ESPN e ditorni. Manti Te'o, talentuoso linebacker di Notre Dame

5. A inizio anno non si è parlato d’altro, anche oltre i confini di Sportcenter e dintorni. Manti Te’o, talentuoso linebacker di Notre Dame, è incappato in una stupida storia di scherzi e inganni dove è stata messa a repentaglio la sua dignità di uomo. Fidanzata mai esistita, relazione online, vittima di un raggiro, alla fine questo ragazzone oggi ai Chargers ne è uscito come un credulone ingenuo, facendo chiacchierare e ridere tutt’America

 

4. Peyton Manning MVP già in faretra, Denver Broncos caricatissimi dopo la de

4. Peyton Manning col titolo di MVP già in faretra, Denver Broncos caricatissimi dopo la delusione dell’anno scorso nei playoff, qui però di parla di storia, di leggenda. Manca una sola gara e siamo già a 51 TD, record strappato al nemico di sempre Tom Brady, gli mancano soltanto 266 yds su passaggio (record di Drew Brees) e la sua è stagione da sogno è completa.  Oddio, parlando di regular season, per i playoff si ripartirà fiduciosi da zero, anzi da uno

 

3. Mike Napoli è l'icona dei Red Sox campioni, barboni e orgoliosi,

3. Mike Napoli è l’icona dei Red Sox campioni, barboni e orgogliosi, capaci di vincere per una città a lutto dopo la bomba alla Maratona di metà aprile che causò tre morti. David Ortiz è l’MVP per il terzo titolo in 9 anni

 

2. Una delle gare più bella di sempre della storia delle NBA Finals, la sesta, LeBron guida Miami alla rimo

2. Una delle gare più belle di sempre della storia delle NBA Finals, la sesta, LeBron guida Miami alla rimonta senza headband, San Antonio ha in pugno il titolo NBA, già vinto, in difesa per l’ultima azione, Ray Allen spara da tre su incredibile rimbalzo offensivo di Bosh dopo l’errore di LeBron, pareggio, overtime, gara 7 e back to back Heat

 

1.

1. Il 3 Febbraio i Baltimore Ravens sono campioni NFL battendo i San Francisco 49ers nel Super Bowl XLVII. Sono almeno tre i ricordi indelebili, la sfida tra i fratelli Harbaugh, l’ultima vincente di Ray Lewis e il blackout, 34 minuti di stupore per l’America attonita nel salotto di casa davanti alla TV

 

Buon anno a tutti !

Post By Mick (87 Posts)

“E qualcosa rimane tra le pagine chiare e le pagine scure…”

Connect

Share and Enjoy

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS

One thought on “2013 – Top 10 of USA Sports

Commenta